Oltre 2.800 unità locali di aziende straniere, 37 mld di ricavi

La Toscana è una delle regioni italiane leader nell'attrazione di investimenti diretti esteri, con oltre 2.800 unità locali di aziende straniere presenti, per un fatturato complessivo di oltre 37 miliardi di euro e più di 80.000 occupati. Il dato è emerso oggi in occasione dell'Aftercare Forum, meeting internazionale dedicato alle politiche di supporto alle multinazionali sul territorio, che termina oggi a Firenze, iniziativa organizzata da Cities & Collaboration insieme ad Invest in Tuscany (Regione Toscana).
    
"Il segreto del successo della Toscana - ha spiegato Carolina Arriagada Peters, coordinatrice del Forum - è quello di aver saputo mettere in pratica una proficua collaborazione tra soggetti pubblici e privati, per generare valore comune. In questo territorio, uffici come Invest in Tuscany svolgono un ruolo enorme, perché possono promuovere e guidare la transizione ecologica che essenzialmente aiuta l'azienda a rivalutare il proprio modello di business e ad aggiornare e migliorare ciò che sta facendo per essere più competitiva".

    
L'evento ha visto la partecipazione di speaker provenienti dai Caraibi al Sud America, fino all'Europa con esponenti da Germania, Danimarca, Ucraina, Italia. Al centro degli interventi gli strumenti per accompagnare nella crescita le aziende, creando occupazione e indotto sul territorio. Presenti tra il pubblico rappresentanti di Invitalia, della Corsica e di diverse Regioni italiane con il loro settore di attrazione investimenti, oltre ovviamente alla Toscana, tra cui Lombardia, Veneto, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Sardegna, Puglia.
Condividi
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies