“Il governatore Giani dice che sarà sicura e scorrevole? E' una promessa che sentiamo da anni”

“La scelta di aprire l’ennesimo cantiere in piena estate è l'ultima beffa per chi tutti i giorni utilizza la FiPiLi. Noi che in questa strada ci lavoriamo ogni giorno sappiamo bene che l'estate è il periodo peggiore, perché la FiPiLi viene percorsa da moltissimi toscani e turisti che vanno al mare".

A dirlo è Azione Ncc, l’associazione di noleggi per conducente, commentando i disagi dovuti all’apertura dei cantieri in FiPiLi tra il Ponte all’Indiano e Scandicci.

“Non siamo contrari ai lavori - dicono da Azione Ncc - ma restiamo perplessi dalla programmazione e dalla durata dei cantieri, che spesso hanno tempi lunghi, non sostenibili per cittadini e imprese. Giani promette che sarà più scorrevole e sicura, ma sono promesse che sentiamo da decenni".

"L'obiettivo deve essere rendere la FiPiLi una strada sicura e modernizzata - dicono da Azione Ncc - e la nascita di Toscana Strade, una società regionale che gestirà la Fipili, sarà utile solo se davvero ci sarà la volontà di intervenire su questa strada per risolvere i problemi

Condividi
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies