'Ma bisogna recuperare 20 anni di lassismo precedente'

"Il governo Meloni ha provveduto a finanziare 7.389 assunzioni, nel primo anno e mezzo, di allievi agenti, così come abbiamo recuperato 255 milioni per l'edilizia penitenziaria. Insomma, su tutti i fronti, assunzioni di allievi agenti, edilizia penitenziaria ed equipaggiamento, è il governo del cambiamento in favore della polizia penitenziaria". Lo ha sottolineato il sottosegretario alla Giustizia Andrea Delmastro nel pomeriggio in visita all'istituto penitenziario della Dogaia di Prato

"E' evidente che dobbiamo recuperare 20 anni di abbandono, di lassismo e di mancate assunzioni - ha aggiunto -, 20 anni in cui le forze che ci hanno governato, quasi mai senza vincere le elezioni, non assicuravano neanche il turn over per i pensionamenti. E 7.389 assunzioni finanziate in poco più di un anno e mezzo sono una cifra monstre rispetto a quello accaduto negli anni scorsi. Se avessero fatto altrettanto negli 'anni e mezzo' che mi hanno preceduto, oggi parleremmo di eccedenza, non di carenza di organico di polizia penitenziaria"

 Il carcere della Dogaia di Prato "tra pochi giorni avrà un comandante titolare e a settembre avrà un direttore titolare". "Una struttura complessa - ha detto Delmastro ai giornalisti -, che ha avuto 12 assegnazioni del 181/o corso e che avrà 14 assegnazioni del 183/o corso" di personale di polizia penitenziaria. 
Condividi
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies