Sono 150 assegni del valore di oltre 700 euro ciascuno per un totale di 107.000 euro

Cna Toscana Centro ha consegnato 150 assegni del valore di oltre 700 euro ciascuno ad altrettante imprese del territorio di Prato e Pistoia, colpite dai devastanti eventi alluvionali di novembre 2023. Questi contributi assegnati a Cna Toscana Centro sono il frutto della raccolta fondi organizzata da Cna Toscana subito dopo il nubifragio che ha colpito l'area la notte tra il 2 e il 3 novembre e i requisiti per accedere all'assegnazione erano quelli di essere associati a Cna e aver presentato domanda di contributo alla Regione Toscana tramite il modello C1.

In totale, per la sola Cna Toscana Centro che associa le aree maggiormente colpite, Cna Toscana ha destinato ben 107.000 euro. La consegna degli assegni è avvenuta nella sede dell'impresa Banchi Maison di via Croce Rossa a Montale, uno dei territori maggiormente danneggiati dall'alluvione, da parte di Claudio Bettazzi, presidente di Cna Toscana Centro, alla presenza di Luca Tonini presidente Cna Toscana, e di molti rappresentanti istituzionali dei Comuni colpiti dall'alluvione tra i quali il Sindaco di Montale Ferdinando Bettin, l'assessore Daniele Matteini del Comune di Campi Bisenzio e Benedetta Squittieri in rappresentanza del Comune di Prato.

E' con grande soddisfazione - ha detto Claudio Bettazzi - che consegnamo oggi questo aiuto concreto alle imprese del nostro territorio che stanno ancora cercando di risollevarsi dopo una simile pesante calamità. Si tratta di un piccolo contributo ma è un segno tangibile dell'impegno di Cna e della solidarietà verso i nostri associati. L'aiuto concreto della Cna dimostra il valore di essere associati ad un ente di rappresentanza che anche e soprattutto nei momenti di difficoltà riveste un ruolo fondamentale di interlocutore verso la Pa e dimostra di saper stare a fianco delle imprese anche in eventi eccezionali come questo e reperire le risorse essenziali a ripartire. Di pari passo continueremo a batterci affinché vengano attuati tutti gli interventi improrogabili per la messa in sicurezzaì del territorio e perché vengano stanziati fondi adeguati per aiutare le imprese a superare questa crisi innescata da danni, perdita di lavoro, fatturato e clientela'”.

Luca Tonini, presidente di Cna Toscana ha ribadito “In attesa che il Governo firmi i decreti che porteranno all'erogazione dei sostegni a imprese e famiglie, noi come 'sistema' cerchiamo di sostenere le aziende colpite grazie all'aiuto degli artigiani associati a Cna che sono stati sensibilizzati e hanno dato un contributo per sostenere i colleghi in difficoltà”.
Condividi
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies