L'intervento della candidata dem fra il tema casa e quello relativo alla posizione di Saccardi

"Anche oggi il candidato di Donzelli e Salvini, Eike Schmidt, dimostra di non avere la minima idea di come funziona una città e utilizza strumentalmente una questione fondamentale come quella del diritto alla casa. Schmidt parla di cose che toccano la vita vera delle persone più fragili, ed esattamente come la Meloni le prende in giro dimostrandosi un populista coerente con chi lo sostiene". Lo dichiara la candidata sindaco del centrosinistra a Firenze Sara Funaro, replicando alle affermazioni del candidato del centrodestra Eike Schmidt

"Per me la casa è ed è sempre stata una priorità, è infatti sulla casa che ho presentato la mia prima proposta partendo dalle Piagge, assieme a chi di questo si occupa da una vita - aggiunge Funaro - Vale oggi ma per me parla la mia storia: mentre i suoi amici di destra appena arrivati al governo hanno azzerato il contributo affitti, io mi sono spesa con forza per trovare le risorse ad aiutare circa 2.000 famiglie abbandonate dalla destra. Firenze non lascia nessuno indietro"

Funaro conclude affermando che "nell'ultimo anno, dopo anni in cui gli investimenti dei Governi sono diminuiti, abbiamo costruito un piano da 7 milioni - che nel mio programma saranno risorse disponibili ogni anno - per ristrutturare le case popolari e riassegnarle di modo che non ci siano alloggi vuoti, e siamo quasi a 500 alloggi già sistemati e assegnati. Visto le carenze di risorse nazionali abbiamo messo nel Piano operativo comunale la possibilità di usare le monetizzazioni per le ristrutturazioni delle case popolari" "Nel mio programma - conclude - il diritto alla casa è una questione centrale, su cui rivendico che serva un nuovo ruolo del pubblico, che deve offrire risposte diverse: a chi è in condizioni di difficoltà, ma anche a studenti e lavoratori che vanno aiutati a trovare alloggi accessibili. Ricorderei a Schmidt che il ministro e vice premier Matteo Salvini da due anni ormai promette un piano casa che nessuno ha mai visto. Immagino abbia il suo numero di telefono, provi a chiamarlo". 

"La cosa che mi sorprende di più è che Renzi, parlando di ballottaggio, continua a strizzar l'occhio alla destra, mi sembra abbastanza evidente che ci sia una posizione di apertura su tutti i fronti. Questo aiuta a far chiarezza su un punto, c'è una candidata di centrosinistra e la coalizione di centrosinistra è la nostra". Ha continuato Funaro.

Sulla tramvia "mi sembra un dato di fatto" il tema che "da sindaco Renzi non abbia fatto partire le tramvie. Non voglio alimentare le polemiche, i dati di fatto sono che questa amministrazione ha realizzato le linee della tramvia. Ma il mio avversario è Schmidt, la polemica la faccio con la destra. La cosa che più mi sorprende è il fatto che sul ballottaggio si continua a strizzare l'occhio alla destra. Io non penso che ci sia una questione di voto utile ma di rappresentare il quadro politico e della realtà che abbiamo di fronte"

Condividi
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies