Alla Biblioteca Ragionieri di Sesto Fiorentino un originale spettacolo teatrale dal romanzo di Melville

Tre personaggi sul ponte di una nave, uniti dallo stesso destino; uomini che nelle loro ambizioni interiori non hanno tenuto in considerazione la Natura…
Ispirato al romanzo di Herman Melville, “Moby Dick - La caduta del cielo” è lo spettacolo teatrale che la compagnia UnderweARTheatre presenta venerdì 28 giugno (ore 21,15) sul palco estivo della Biblioteca Ragionieri di Sesto Fiorentino.

“Moby Dick - La caduta del cielo” è una riflessione sulla sfida all’ignoto, la sete d’avventura e l’ossessione che si trasforma in follia. A servire questo intento contribuiscono una simbologia drammaturgica che tiene fede all’opera originale e l’utilizzo di oggetti iconografici e video realizzati ad hoc dall’artista torinese Alessandro Azzario. E poi la regia di Filippo Frittelli, la recitazione potente e suggestiva di Alessandro Calonaci nelle vesti del capitano Achab, il dinamismo fisico di Riccardo Storai e la complicità scenica di Giorgia Stornanti.

“Pensare ad una messa in scena ispirata al romanzo Melville potrebbe far pensare ad un ‘nulla di sorprendente’ – spiega il regista e ideatore Filippo Frittelli - ma è già di per sé una sfida più ardua di quella di dare la caccia alla Balena Bianca. E probabilmente come per Achab, nella folle ricerca di vendetta, una sfida fatalmente persa. Al di là del confronto con l’ignoto, la sfida del coraggio, la pazzia dell’estremo, uno dei valori occulti dell’opera di Melville sta nel suo lato ecologista o come meglio dire ‘green’ ante litteram; l’implacabilità dell’avido uomo moderno organizzato a tener fede agli ordini del capitalismo che ‘caccia’ senza pietà e senza morale creature del tutto innocue, alterando per sempre ecosistemi e scenari naturali, si scontra con una compassione senza fraintendimenti dell’autore. E forse anche di questo, questa opera teatrale parla…”.

Biglietto 10 euro. Consigliata la prenotazione online su bit.ly/palco2024 o via telefono al numero 055.4496851. Nell’ambito della rassegna “Un palco in biblioteca”. Info e programma completo sul sito www.bibliosesto.it.
Condividi
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies