Dal 25 al 28 luglio 5/a edizione 'Le radici del futuro'

Quinta edizione, dal 25 al 28 luglio, della rassegna 'Le radici del futuro-Scoperta e cura dell'ambiente' che si terrà a Pratovecchio Stia (Arezzo) e che, quest'anno, avrà come titolo 'Un nuovo sguardo sul mondo, come costruire una coscienza collettiva'. In programma seminari, escursioni e incontri Il rapporto tra l'uomo e l'ambiente, l'importanza di preservare le risorse naturali, il riuso come fonte di vita e di sopravvivenza, la conoscenza dei fenomeni che condizionano i cambiamenti ambientali: sono solo alcuni dei temi al centro della quattro giorni casentinese.

L'obiettivo, spiegano gli organizzatori, "è focalizzare l'attenzione sugli insegnamenti che la natura ci offre per affrontare le sfide che attendono la post-globalizzazione: preservare il pianeta, guardare a nuovi modelli economici, rispettare i principi della fratellanza e della giustizia sociale". Tra gli ospiti di questa edizione Luca Mercalli, presidente della Società metereologica italiana che sarà in collegamento on line, Gherardo Colombo, giurista ed ex magistrato, Roberto Barbieri, direttore di Oxfam Italia, il co-fondatore di Banca Etica Ugo Biggeri, il responsabile del servizio pianificazione e gestione del Parco nazionale delle Foreste Casentinesi Andrea Gennai, l'urbanista Paolo Berdini, l'antropologo Deepak Ray Pant, l'economista Andrea Calzolari, il parroco di Papiano e Stia don Gianni Marmorini e Paola Ciampelli del reparto Carabinieri biodiversità.

La manifestazione verrà inaugurata al Padiglione delle terme di Stia con un seminario 'Il bosco ci parla: il messaggio degli alberi all'uomo e alle città. Come si salva il pianeta', a cui parteciperà il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani. Chiuderà la rassegna la tavola rotonda 'Disuguaglianze e ingiustizie della modernità: ispirarsi alla natura per creare società migliori'. A portare i saluti il neo sindaco di Pratovecchio Stia e presidente del Parco delle Foreste Casentinesi e di Federparchi Luca Santini. Le escursioni si terranno il 26 e 27 luglio. La rassegna è organizzata dalle comunità di Stia e Papianoinsieme, in collaborazione con Pro Loco e Cai Casentino ed è patrocinata dalla Regione Toscana, dal Comune di Pratovecchio Stia, dal Parco nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna e dall'Unione dei Comuni del Casentino. 
Condividi
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies