Moroni vince tra le donne. Giorgio Calcaterra direttore di gara

Va in archivio con la vittoria di Federico Furiani, la 49/a edizione della '100 chilometri del Passatore', l'ultramaratona con partenza da Piazza del Duomo a Firenze e arrivo in centro a Faenza, nel Ravennate.
Al traguardo in 7 ore 10 minuti e 57 secondi, Furiani ha preceduto Massimo Giacopuzzi e David Colgan. Sul fonte femminile a trionfare è stata Federica Moroni, 13/a assoluta con un ritardo di oltre 42 minuti dal battistrada davanti a Serena Natolini, 15/a assoluta e Silvia Luna, 16/a assoluta.

Partita dal capoluogo toscano alle 15 di ieri, l'edizione 2024 della corsa - che ha visto al via 2.894 atleti sugli oltre 3.300 iscritti - ha salutato 'Re' Giorgio Calcaterra in qualità di direttore di gara dopo quindici edizioni consecutive di cui 12 vinte di fila. Armato di 'cappellaccio del Passatore' e di megafono a bordo della storica Jeep alla testa della corsa, Calcaterra ha preso il testimone del compianto Pietro 'Pirì' Crementi, storico direttore di gara della Firenze-Faenza e tra i membri fondatori della celebre ultramaratona.

Su oltre 3.300 iscritti alla gara, spiegano gli organizzatori, sono stati 2.894 gli atleti a partire da Firenze e 2.681 quelli a giungere sul traguardo di Faenza. In particolare si sono contati 392 concorrenti romagnoli, 450 toscani, 685 donne, 670 esordienti e oltre 120 atleti provenienti da 32 nazioni straniere.

I corridori più anziani a completare il percorso in tempo utile sono stati Antonio Cernuschi, 84 anni e Marina Mocellin, 73 anni mentre i più giovani sono stati di Giacomo Dal Mas, 21 anni Agnese Serra, 24 anni. Sul tracciato - per sorreggere la Firenze-Faenza - si sono adoperati 500 volontari.
Condividi
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies