Mappa con orari e percorso delle oltre 700 auto in gara

Pronta la macchina organizzativa per il passaggio della Mille Miglia 2024 dalla provincia di Prato venerdì pomeriggio, intorno alle 17. Oltre 700 auto della carovana della corsa più bella del mondo entreranno a Carmignano, all'altezza deIl Pinone.

Mezz'ora dopo è previsto l'approdo in viale della Repubblica, zona Pecci, dopo avere in precedenza attraversato Poggio a Caiano, via Roma, asse delle industrie e via Berlinguer. Le prime automobili a transitare saranno le 120 Ferrari moderne del "Ferrari Tribute", seguite dalle auto full electric della Mille Miglia Green.

A partire dalle 18.15 sarà invece la volta del passaggio delle 420 auto storiche. Chiuderanno la manifestazione, intorno le 11 hypercar modello unico. Tornando al tracciato, da viale della Repubblica la carovana svolterà verso la corsia preferenziale di via Ferrucci. Da qui ci sarà l'approdo in piazza San Marco e viale Piave per il controllo orario nei pressi del Castello dell'Imperatore.

Da questo punto in poi iniziano le novità dell'edizione 2024: per prima cosa ci sarà un controllo a timbro in piazza del Comune, poi le auto passeranno per la prima volta da piazza del Duomo. A seguire via Muzzi, piazza San Domenico, Porta Pistoiese con l'accoglienza della comunità cinese, via Bologna e l'ingresso nel viale del Fabbricone Storico che racconterà la tradizione tessile del distretto.

Quest'ultimo è l'unico tratto privato del passaggio della Mille Miglia, al quale si potrà accedere solo su invito. La parte finale della tappa pratese vedrà le auto circolare lungo Ponte Datini, viale Borgovalsugana, via
Firenze e dirigersi al confine provinciale con Calenzano.

Nelle varie piazze ci saranno anche i gazebo dell'organizzazione, delle associazioni coinvolte e degli sponsor.

"Stiamo curando la manifestazione nei minimi dettagli, per assicurare alla città uno spettacolo totale", commenta il direttore di Aci Prato, Claudio Bigiarini. "La macchina organizzativa è imponente, ma lo sforzo viene reso possibile anche grazie alla collaborazione istituzionale e associativa che ci fa sentire tutti i giorni il proprio sostegno".
Condividi
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies