Per 18 professionisti negli ospedali periferici e dell'Elba

Sono online sul sito di Estar i bandi per reclutare giovani medici per gli ospedali periferici e dell'isola d'Elba della Toscana per provare a risolvere il problema delle zone carenti. Lo rende noto la Regione in una nota in cui spiega che la pubblicazione dei bandi è avvenuta ieri in Gazzetta e oggi sul sito dell'Ente di supporto tecnico della Regione. I posti messi a bando sono 18, i contratti prevedono incentivi economici e percorsi di professionalizzazione. C'è tempo fino al 20 giugno per inoltrare la domanda.
    
Nel dettaglio nell'Asl sud est, sono a bando sette posti: si cercano un medico di medicina interna per lo stabilimento del Casentino degli 'Ospedali riuniti dell'Aretino', un nefrologo e un ortopedico da assegnare all'ospedale di Nottola a Montepulciano, un medico per l'organizzazione dei servizi sanitari nella zona delle Colline dell'Albegna e un altro per la zona distretto del Casentino, Valtiberina, Val di Chiana aretina, uno psichiatra per il dipartimento di salute mentale della zona Amiata grossetana e Colline Metallifere, un radiologo per lo stabilimento di Massa Marittima del presidio ospedaliero unico grossetano.

Nell'Asl Toscana Centro l'avviso riguarda due posti: un medico di medicina d'emergenza-urgenza per l'ospedale di Pescia e un ortopedico per il presidio ospedaliero di Borgo San Lorenzo in Mugello.

Nove medici si ricercano invece per i territori dell'Asl Toscana Nord Ovest. Quattro riguardano l'ospedale di Portoferraio all'isola d'Elba: un geriatria, un igienista ed epidemiologo, un pediatra, un radiologo. Gli altri cinque posti a bando sono un cardiologo per l'ospedale di Cecina, un geriatria per l'ospedale di Barga, ancora un geriatra per l'ospedale di Volterra, un nefrologo per l'ospedale di Piombino e un radiologo per l'ospedale di Pontremoli.

Sponsor

Condividi
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies