Il presidente dei Cruscanti applaude il ct della Nazionale

"Bisogna stare attenti, abbiamo sempre in canna la bischerata", ha parlato così Luciano Spalletti riferendosi all'errore di Dimarco che ha favorito il gol dell'albanese Bajrami in Italia-Albania. "È una parola fiorentina che risale al '500 e i linguisti non sono ancora certi della sua origine. È comunque un'espressione efficace, soprattutto per quel suffisso 'ata', come in 'cassanata'".

Spalletti parla di "bischerata in canna" per la sua Italia, suscitando la curiosità dei tifosi e richiamando l'attenzione dell'Accademia della Crusca. Il professor Paolo D’Achille, presidente dei Cruscanti, spiega: "L'espressione usata da Spalletti non è standard, ma è particolarmente efficace. Anche il termine 'in canna' indica qualcosa di imminente, pronto a succedere. 'Bischero' era un termine conosciuto in tutta Italia quando il fiorentino e Firenze erano dominanti, poi è caduto in disuso". Pur essendo una parola di gergo, 'bischero' non è volgare. Lo scrive oggi La Nazione
Condividi
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies