La Grevigiana non vuole impedire ai tesserati di cambiare squadra, ma critica la mancanza di correttezza

La Grevigiana ha lanciato un grido d'allarme contro il calciomercato dei giovani senza regole e buon senso, creando un manifesto inviato ai tesserati del club, alle componenti del calcio e alle istituzioni. L'Associazione Calcio Fair Play ha subito sostenuto l'appello, mirato a sensibilizzare il mondo del calcio sull'argomento. Cristian Casci, direttore generale della Grevigiana, ha sottolineato la necessità di maggior regolamentazione e rispetto tra società e tesserati, lamentando che le nuove normative che permettono lo svincolo dei calciatori di qualsiasi età a fine stagione hanno peggiorato la situazione. Ha denunciato i comportamenti non etici di dirigenti, procuratori e talent scout di club blasonati verso le società minori e ha chiesto massima trasparenza per il bene dei ragazzi.

Casci ha descritto le tattiche utilizzate per convincere i giovani a cambiare squadra, come contattare direttamente i giocatori o i loro genitori con messaggi, telefonate, social e persino pedinamenti, creando false illusioni soprattutto per i minorenni. La Grevigiana non vuole impedire ai tesserati di cambiare squadra, ma critica la mancanza di correttezza e il contatto diretto con i giocatori senza coinvolgere prima le società. Anche bambini di 6-8 anni vengono contattati, sottraendoli dal loro ambiente educativo con promesse ingannevoli.

Francesco Cesari e Massimo Pieri dell'Associazione Calcio Fair Play hanno ribadito l'importanza della correttezza tra dirigenti e genitori, promuovendo incontri e convegni per difendere i valori sportivi ed educativi dei ragazzi. Emilio Nocentini, presidente della Florence, ha aggiunto la necessità di normative che prevedano premi adeguati per le società che formano giovani talenti e il ripristino del premio alla carriera, criticando la decisione del Consiglio Federale di eliminarlo, penalizzando società come la Settignanese nel caso di Federico Chiesa.

Condividi
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies