Poi aggiunge: “La Firenze usa e getta non va bene“

"La Firenze usa e getta non va bene, il mangificio non va bene, va fermato con fermezza. Purtroppo abbiamo visto che il Comune di Firenze non soltanto favorisce la vendita di cibi a bassa qualità attraverso la finestra e i mini market che hanno una tassazione minore rispetto ai locali che creano posti di lavoro e offrono tavoli, un servizio di pulizia e servizi igienici ai loro clienti, ma addirittura favorisce delle iniziative come il mangificio temporaneo a piazzale Michelangelo, con pizzaioli del Pd campano che sono trasportati a Firenze". Lo ha detto Eike Schmidt, candidato sindaco per il centrodestra, a margine di un tour in zona San Frediano a Firenze e dopo un incontro con i commercianti di via de' Neri.

"E sicuramente, io che ho passato un po' di tempo a Napoli in questi ultimi mesi, non sono i grandi pizzaioli napoletani - ha aggiunto il politico - ma sono un altro gruppo di persone, e hanno prodotto spazzatura anti ecologica con vero e proprio mangificio mordi e fuggi".

Per l'ex direttore degli Uffizi "questo non va bene, dobbiamo invece favorire le botteghe artigianali ma anche i negozi tradizionali che per fortuna in via de' Neri esistono tuttora, e dobbiamo favorire anche i veri ristoranti che per fortuna anche questi esistono. Ci vuole una gestione del turismo e non dobbiamo subire passivamente il turismo o favorire i risvolti peggiori".
Condividi
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies