Così, in una nota, Pietro Poggi, Sinistra Progetto Comune e Dmitrij Palagi

"Oggi azione di sensibilizzazione per chiedere il ritiro del nuovo codice della strada e politiche attive per la sicurezza stradale". Così, in una nota, Pietro Poggi, Sinistra Progetto Comune e Dmitrij Palagi, consigliere comunale Sinistra Progetto Comune.
     
"Il comitato Firenze30 ci ha ricordato oggi che sulle nostre strade prosegue la strage delle vittime di un'insicurezza che è destinata a peggiorare con l'azione del governo nazionale in materia di Codice della strada - proseguono Poggi e Palagi -. Lo ha fatto mentre nella nostra città ci si fa politicamente grande vanto della partenza del Tour de France, calando uno striscione dalla Torre del Serpe. Dall'esecutivo di Roma arrivano serie limitazioni sulle possibilità di azione dei Comuni e sul loro ruolo in materia di controlli. Come fatto in sede di conferenza stampa di presentazione di Firenze30, ribadiamo il pieno sostegno alla richiesta di ritirare il nuovo Codice della strada e di attuare politiche attive per rendere le nostre strade sicure. In Palazzo Vecchio e nei Quartieri ci mettiamo al servizio per portare la lotta nelle istituzioni".

"Avevamo convintamente nel programma l'obiettivo di trasformare Firenze in una città a 30km/h in cinque anni e appena il Consiglio sarà insediato presenteremo gli atti necessari per aprire questo percorso, convinti che la maggioranza di centrosinistra non potrà tirarsi indietro, volendo interloquire anche con le altre realtà civiche e il Movimento 5 Stelle. Rendere le strade sicure è possibile riducendo la velocità, facendo investimenti sulle infrastrutture e fornendo alternative vere al mezzo privato".
Condividi
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies