La Lipu esprime preoccupazione per il futuro del Terzo Giardino

La Lipu esprime preoccupazione per il futuro del Terzo Giardino, una preziosa area naturale lungo il lungarno Serristori, minacciata dai lavori di risagomatura promossi dal Consorzio di Bonifica Medio Valdarno. Questi interventi, mirati a migliorare la sicurezza idraulica della zona, prevedono la rimozione di sedimenti sabbiosi che costituiscono habitat essenziale per diverse specie di uccelli, tra cui il tarabusino, una specie rara che vi nidifica.

La Lipu sostiene che la rimozione dei sedimenti potrebbe distruggere l'ecosistema del Terzo Giardino e minacciare le specie ivi presenti. Hanno chiesto un incontro con il Consorzio di Bonifica e il Comune, documentando le specie di uccelli presenti nell'area. Il presidente del Consorzio ha giustificato l'intervento sostenendo la necessità idraulica urgente, ma la Lipu contesta la sua dichiarazione che gli uccelli potranno semplicemente "volare altrove", sottolineando il rischio di distruggere nidi e uccelli giovani, un atto considerato reato.

Il Consorzio, pur ribadendo l'urgenza e la necessità dell'intervento, promette di eseguire i lavori in fasi e su un lungo periodo, preservando zone di rifugio per la fauna locale e permettendo il riadattamento degli habitat. I primi lavori inizieranno dopo il periodo critico per l'avifauna, secondo quanto dichiarato dal Consorzio, che considera eccessive le preoccupazioni della Lipu.
Condividi
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies