Per due fine settimana sarà possibile conoscere e visitare gli spazi di archeologia industriale dell’ex centrale termica Fiat

Un’occasione unica per i cittadini di visitare il cantiere della centrale termica, scoprirne la storia e comprendere gli interventi che trasformeranno il sito in un vivace polo culturale.

Le visite – promosse dal Comune di Firenze e a cura di MUS.E, con la collaborazione della proprietà immobiliare Novoli e dell’appaltatore CONPAT – consentiranno infatti di accedere al cuore della centrale, ovvero il luogo dove sul finire degli anni Trenta del Novecento – nell’ambito di un piano industriale di sviluppo aeronautico, influenzato anche dal corso della Seconda guerra mondiale – furono costruite due imponenti caldaie, in grado di fornire l’approvvigionamento elettrico utile all’adiacente stabilimento di aviazione in corso di costruzione dalla Fiat.

Il complesso fu realizzato e ben presto riconvertito ad altre attività produttive, restando in funzione fino agli anni Novanta. Durante la visita sarà possibile accedere anche al piano sommitale dell’edificio: dal terrazzo sarà possibile approfondire la conoscenza del quartiere di Novoli, già interessato dalla centuriazione in età romana, attraversato da secoli di storia – basti citare la chiesa di San Donato in Polverosa – e oggetto di profondi interventi urbanistici e territoriali.

Le visite si svolgono all’interno di un cantiere, i piani sono accessibili percorrendo solo rampe di scala senza ascensore. Le scale esterne,  composte da circa 200 gradini, sono permeabili alla vista e pertanto non adatte a persone che soffrono di vertigini.

L’apertura al pubblico riguarda unicamente i locali al piano terra con accesso da via di Novoli, la scala interna, il piano primo “delle caldaie” a + 4 metri, la terrazza a +30 metri e la scala principale.
La visita non sarà consentita ai minori di 8 anni e i minori di 16 anni dovranno essere accompagnati. Si precisa che le scale sono a norma, presidiate e in sicurezza, tuttavia – in virtù della loro estensione – ne è sconsigliato l’uso a persone con difficoltà di salute soprattutto se motorie, respiratorie o cardiache, nonché a coloro che sono soggetti a vertigini.

Questi gli appuntamenti:

Domenica 26 maggio, orari: primo ingresso ore 15:00 – ultimo ingresso ora 19:00 | Gruppi di 25 persone ogni 30 minuti
Prenotazione tramite Eventbrite: clicca qui

Sabato 1 giugno
, orari: mattina primo ingresso ore 10:00 – ultimo ingresso ore 12:00 / pomeriggio primo ingresso ore 15:00 – ultimo ingresso ore 19:00 | Gruppi di 25 persone ogni 30 minuti
Prenotazione tramite Eventbrite: clicca qui
Condividi
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies