A centrocampo spunta il nome di Pessina. Vranckx si allontana. Amrabat chiede la cessione

La nuova era della Fiorentina targata Raffaele Palladino comincerà da un centrocampo completamente da ricostruire. Dopo lo svincolo di Castrovilli e Bonaventura in rosa resta solo Mandragora (oltre a Bianco e gli altri giovani che saranno valutati). Ci sarebbe anche Sofyan Amrabat, ma il calciatore ha lasciato capire che non vuole essere neppure convocato per il ritiro della Fiorentina al Viola Park ed è dato nuovamente in uscita.

Dolo l'arrivo di Kean in attacco adesso Pradè e Goretti dovranno accelerare per gli innesti in mediana. E chissà che alla fine un tentativo non venga fatto per Pessina, un mediano muscolare e dinamico con buone capacità di inserimento e realizzative. Caratteristiche queste anche di un elemento come Vranckx, ma su di lui pare essere piombato il Crystal Palace e la pista si complica. In orbita viola c’è ancora Tessmann (jolly utile) oltre ai ‘soliti’ Pobega e Brescianini. Giocatori, quest’ultimi, con caratteristiche più da incursori. Tutto dipenderà dall'equilibrio che Mister Palladino ricercherà per la sua squadra.

Altro nome caldo da settimane, ma sul quale recentemente non si sono registrati aggiornamenti, è quello di Kristian Thorstvedt. Calciatore che i dirigenti viola avevano cercato già a gennaio. Nonostante le parole del ds del Sassuolo Carnevali, Thorstvedt – autore della miglior stagione in carriera dal punto di vista realizzativo, 6 gol appunto, da trequartista, ma con un passato da centrocampista centrale e mezzala – è in cima alla lista dei desideri della Fiorentina. Potrebbe arrivare per 7-8 milioni. Dalla Spagna intanto continuano a parlare di una trattativa per Antonio Blanco (Alaves) anche se l’affare non è così ben avviato.

Passando al fronte offensivo, continua la sfida a suon di sorpassi e controsorpassi con l'Atalanta per provare ad arrivare a Nicolò Zaniolo, con la Fiorentina che si tiene aperte anche strade alternative. Una su tutte Andrea Colpani del Monza. Si lavora anche per provare ad assicurare a Raffaele Palladino un altro innesto in attacco dopo Moise Kean. Ed in questo senso rimane calda la pista che porta a Lorenzo Lucca. Per quanto riguarda le cifre c’è ancora distanza tra Udinese e Fiorentina in relazione al prezzo del cartellino. Nei prossimi giorni è previsto un incontro tra l’agente del calciatore e la dirigenza della Fiorentina. Nel frattempo la squadra mercato viola deve anche fare i conti con la concorrenza decisamente scomoda del Napoli di Antonio Conte, che lo segue come potenziale sostituto di Giovanni Simeone.

Sponsor

Condividi
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies