L'obiettivo è promuovere lo scambio culturale

Firmato un accordo di cooperazione fra la scuola superiore professionale Senior vocational High School di Jingdezhen, città cinese famosa per la ceramica, e la scuola della ceramica di Montelupo Fiorentino (Firenze) Montelupo Fiorentino raccoglie così i frutti delle relazioni avviate grazie alla visita organizzata da Aicc - Associazione italiana Città della ceramica in Cina lo scorso marzo. L'accordo, spiega una nota, ha la finalità di promuovere lo scambio e la cooperazione tra la cultura e la formazione in ambito ceramico delle due scuole ed è stato firmato da Olivia Bitossi per la Scuola della ceramica e dal direttore della Senior vocational High School di Jingdezhen, Mingwang He. "Il nostro intento è quello di rafforzare il ruolo della scuola della ceramica - spiega Olivia Bitossi, coordinatrice generale della scuola della ceramica di Montelupo -, facendola diventare sempre più un punto di riferimento per coloro che voglio apprendere le tecniche ceramiche, ma anche per chi desidera fare sperimentazione e ricerca. Ci rivolgiamo a un pubblico italiano, ma anche straniero. L'attivazione di tirocini per studenti provenienti dall'estero, i partenariati con istituti come la Stanford University e la stipula di accordi di cooperazione come quello firmato con Jingdezhen perseguono questo obiettivo".

La delegazione cinese è stata accolta anche dal sindaco Simone Londi e da Paolo Masetti, in qualità di vicepresidente vicario di Aicc. Per il sindaco Londi "ogni azione tesa a valorizzare il ruolo della scuola della ceramica, come centro formativo con caratteristiche uniche in Italia è fondamentale. Presto saranno attivati altri corsi di formazione, alcuni dei quali finanziati anche da fondi europei, ringrazio pertanto Paolo Masetti per essere il tramite di questo sodalizio con la città cinese di Jingdezhen". 
Condividi
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies