L'obiettivo è quello di generare l'energia per l'autoconsumo

La Regione Toscana, nella programmazione dei fondi comunitari Pr Fesr 2021-2027, ha approvato il bando per progetti di realizzazione di impianti di produzione di energia termica ed elettrica da fonti rinnovabili "finalizzato all'autoconsumo degli immobili pubblici". Questo bando, spiega una nota, segue quello pubblicato a marzo per l'efficientamento energetico degli immobili pubblici e sarà aperto dal 5 giugno al 16 settembre

La dotazione finanziaria complessiva è di circa 64,5 milioni di cui 42,6, milioni per gli enti locali, 21,9 milioni per Asl e Aziende ospedaliere e 2,9 milioni per le Rsa Il bando per enti pubblici, Asl e Aziende ospedaliere potrà prevedere un co-finanziamento massimo dell'80% della spesa ammissibile, fino ad un tetto di 1.500.000 per gli enti locali e di 3.000.000 per le Asl e le Ao. Invece quello per le Rsa pubbliche prevederà un cofinanziamento massimo del 50% con un tetto di 400.000 euro

Saranno ammessi interventi di nuova realizzazione di impianti solari termici, impianti solari fotovoltaici ed eventuali sistemi di accumulo, impianti geotermici a bassa entalpia, pompe di calore nonchè impianti geotermici a media entalpia e teleriscaldamento/teleraffrescamento efficienti. 

Inoltre, riporta la stessa nota, saranno stilate tre graduatorie, cioé una per gli enti locali alla quale potranno accedere Comuni, Province, Città Metropolitana e Unioni di Comuni; una per Asl e Ao che non dovrà contenere interventi su Rsa; una specifica per le Rsa pubbliche alla quale potranno accedere Asl, Asp, Comuni, Unione dei Comuni, Società della Salute (SdS) ed altri organismi di diritto pubblico "Non saranno ammessi interventi che - conclude la Regione Toscana - alla data della presentazione della domanda risultino con lavori già aggiudicati o forniture affidate". 
Condividi
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies