La distribuzione avverrà attraverso le farmacie ospedaliere

Intesa con lo Stabilimento chimico farmaceutico militare di Firenze per la fornitura di principi attivi a base di cannabis necessari a soddisfare il fabbisogno, in crescita, delle Aziende del servizio sanitario toscane e la continuità dunque ai pazienti delle terapie in corso. A firmare l'accordo, valido per un anno, Estar per conto della Regione Toscana che spiega: "Lo Stabilimento chimico farmaceutico militare, a cui una legge demanda la produzione di questi principi, sarà in grado di erogare in un anno, all'interno di una filiera tutto pubblica e controllata, oltre 71mila confezioni da cinque e dieci grammi, con consegna entro sette giorni dall'ordine"

L'intesa, spiega sempre la Regione, è "vantaggiosa anche sotto il profilo economico e in ottica di sostenibilità del sistema, poiché renderà meno onerosa l'erogazione a carico del Servizio sanitario pubblico. Tuttavia, in caso di carenza anche parziale o temporanea del prodotto oppure per indisponibilità presso lo Stabilimento chimico farmaceutico militare, le farmacie ospedaliere ed i servizi farmaceutici territoriali delle Asl potranno ricorrere all'acquisto dei prodotti commercializzati dall'Omc, organismo olandese per la vendita della cannabis che fa capo al ministero olandese della Salute, welfare e sport". La distribuzione alle farmacie ospedaliere avverrà sotto la responsabilità dello Stabilimento

L'accordo, si precisa, è stato siglato il 14 maggio scorso: a firmarlo il direttore Massimo Braganti per conto di Estar e il colonnello Gabriele Picchioni, direttore del Farmaceutico militare

"Si tratta del primo accordo siglato in Italia con tali modalità" commenta Braganti.
Condividi
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies