“Sarò la sindacata anche di chi non ha votato”


Sara Funaro, neo sindaca di Firenze, ha parlato da Piazza Signoria:Questa vittoria non è solo la mia, ma di tutti noi. Firenze si merita un grande applauso. Mi sono chiesta dove festeggiare in caso di vittoria, e ho scelto Piazza della Signoria, luogo perfetto per raccogliere l’abbraccio di Firenze. Inoltre, ho un messaggio per mio nonno, che ha sempre voluto sposare Firenze: ora me la sposo io, questa città. Dedicherò anima e corpo a Firenze e ai suoi cittadini". 

"Dario mi ha accolto subito 10 anni fa e mi ha dato deleghe importanti. Tra le tante cose, mi ha insegnato un detto: “Da soli si va veloci, ma insieme si va sempre più lontano”. Dario ci ha sempre insegnato a lavorare insieme e mi ha dato la possibilità di fare tanto per Firenze. Infine, voglio ringraziare le famiglie di tutta la mia squadra che ci hanno sostenuto in questa causa".

"Voglio ringraziare anche il PD e tutta la coalizione che hanno sempre creduto in me, e ne sono davvero fiera. Fare il sindaco non è un’ossessione ma un sogno, un sogno che dedico a tutte le donne. Se oggi posso dire di essere la prima sindaca di Firenze, allora tutte le donne possono esaudire i propri sogni. Sento la responsabilità di essere la sindaca di una città straordinaria, che voglio amministrare con passione. Vogliamo una Firenze sempre più bella".

"Non siamo nessuno senza un passato, senza un presente e senza un futuro. Vi ringrazio davvero, ho passato mesi straordinari. Grazie per le emozioni che mi farete vivere nei prossimi anni e grazie per aver contribuito a mantenere Firenze una città antifascista, una città con i suoi valori basati sulla democrazia".
Condividi
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies