Salti, presidente di Associazione Terapia Estetica Botulino: “Sfatato il cliché per cui le nostre attività sono richieste soltanto da donne”

Negli ultimi anni stiamo registrando un forte aumento delle richieste degli uomini per gli interventi di medicina estetica, un settore che un tempo era a prevalenza femminile. Dall’autotrapianto per rinfoltire i capelli ai filler per rimodellare il mento, dal botox per ringiovanire il volto al laser per eliminare le macchie, sempre più uomini ricorrono ai nostri interventi”.

A dirlo è Giovanni Salti, presidente di Aiteb, Associazione Italiana Terapia Estetica Botulino, commentando gli ultimi trend del mercato che vedono gli uomini sempre più interessati agli interventi di medicina estetica.

“Oltre al botulino, che ringiovanisce il volto e lo sguardo – continua Salti – gli uomini richiedono sempre più la liposcultura dei fianchi, l’addominoplastica per gli addominali, i peeling e i laser per eliminare acne e uniformare la superficie del corpo”.

“Il desiderio di ricorrere alla medicina estetica per migliorare il proprio aspetto fisico è sempre più presente anche negli uomini – conclude Salti – soprattutto nella fascia dei 50 anni, quando compaiono le prime rughe. I trattamenti non chirurgici sull’uomo, come il botulino, richiedono l’intervento di uno specialista esperto e devono essere pensati appositamente sugli uomini, che hanno esigenze e accorgimenti diversi dalle donne”.

Condividi
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies