“E' inaccettabile, servono più risorse e attenzione"

"C'è bisogno di mettere molte più risorse sulla sanità pubblica e universalistica perché i tagli di Giorgia Meloni la stanno smantellando: i reparti si stanno svuotando e le liste di attesa si allungano all'infinito. E' impressionante vedere come questo governo negli ultimi giorni della campagna elettorale decida di prendere in giro gli italiani con dei provvedimenti vuoti, provvedimenti farsa, come è stato il decreto 'fuffa' sulle liste d'attesa dove raccontano di poter accorciare le liste d'attesa senza mettere un euro aggiuntivo. Chi pensano di prendere in giro?". Lo ha detto la segretaria nazionale del Pd Elly Schlein a margine di una manifestazione elettorale a Firenze.

"Su 400mila domande per il Bonus psicologo, le poche risorse che ha stanziato il governo Meloni arriveranno a rispondere a meno di 20mila". Lo ha affermato Elly Schlein, segretaria del Pd, a margine di una iniziativa elettorale a Scandicci (Firenze).

"Per noi è inaccettabile - ha aggiunto - , servono molta più attenzione, risorse, personale, strutture in tutto il territorio sulla salute mentale. Ce lo chiedono i giovani, dalle scuole e dalle università".

"Abbiamo una prima premier donna che guida un governo che tutti i giorni fa scelte contro le donne". Lo ha affermato Elly Schlein, segretaria del Pd, nel corso di un comizio a Scandicci (Firenze) a sostegno della candidata sindaca Claudia Sereni. "Tagliando le pensioni - ha detto -, come ha fatto su Opzione donna, riducendo il numero di nidi che faremo con il Pnrr" succede che "il carico di cura rimane sulle spalle delle famiglie, ma dentro le famiglie rimane soprattutto sulle spalle delle donne, e le tiene ingiustamente a freno nel lavoro e nell'impresa: questo è un danno per tutta l'economia".
 
"Continuiamo a sostenere la legge che porta la mia prima firma e che chiede più risorse per la sanità pubblica per portare l'Italia in Europa, cioè al 7,5% della spesa del Pil dedicato alla spesa nazionale. Questa è la nostra battaglia per la sanità pubblica". Lo ha detto la segretaria nazionale del Pd Elly Schlein 
    
Inoltre, ha aggiunto Schlein, "non riesco a spiegarmi perché questa prima premier donna non rispetta il diritto delle donne a scegliere sul proprio corpo, e con la sua maggioranza manda gli antiabortisti nei consultori per fare pressione sulle donne e le ragazze che cercano di accedere all'interruzione volontaria di gravidanza. Io credo invece che dobbiamo mettere al centro i diritti delle donne e di tutte le famiglie, tutte, nessuna esclusa, perché di famiglia non ce n'è soltanto una tradizionale, di cui tanto parlano ma che poi alla fine nessuno di loro ha".
    
Quindi, ha concluso la segretaria del Pd, "non ci facciamo dire dalla destra chi abbiamo il diritto di amare o chi abbiamo il diritto di sposare: diciamoglielo con forza, perché ogni tanto bisogna ristabilire i nostri valori".
Condividi
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies