Così gli italiani restano imbottigliati nel traffico

Sempre meno lavoratori in smart-working e sempre più automobilisti in strada: così gli italiani restano imbottigliati nel traffico. Con un divario tra il Nord e il Sud che persiste. Nel complesso aumentano sia la dipendenza dall'auto, sia gli spostamenti in auto per abitante. Milano in testa con una crescita dei due parametri del 10% e dell'8,5%. Diminuisce anche la velocità media degli spostamenti, che nei capoluoghi cala in media del 7%. A 'frenare' sulla velocità media è soprattutto Bologna (cala del 12.5%) ma anche Palermo (-8,4%), Milano (-7,5%), Torino (-6,9%) Roma (-6,2). Meno vistosi della media i cali di Firenze (-5,7%), Napoli (-4,8%) e Bari (-5,5%).

Il check up degli italiani al volante misura anche la lunghezza media dei viaggi: crescono nel veneziano (+8,9%), a Firenze +3,7% e a Milano +1,1%. Bologna segna invece un -3,6%. Al centro-sud, la distanza media diminuisce: a Roma -6,2%, Messina -6,6%, Napoli -3,3%, Catania -1,6%, Cagliari -2,8%.
Condividi
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies