Da Kean a Zaniolo, come sarà la Fiorentina di Palladino?

Oggi, 1 luglio 2024, inizia ufficialmente il calciomercato. E le ambizioni della prima Fiorentina di Raffaele Palladino passeranno sicuramente dagli acquisti della coppia Pradè-Goretti. Ma di cosa ha bisogno questa Fiorentina? Partendo dalla porta, fino all'attacco, ecco dove il mercato potrà venire in soccorso della Viola.

"È un giocatore forte" ha detto Daniele Pradè su Pietro Terracciano. L'ex Empoli si avvia all'ennesima stagione da protagonista, a differenza del suo compagno di reparto Christensen. L'ex Hertha sembrerebbe sul mercato, anche se non sarà facile piazzarlo. Al suo posto, piacciono vari giocatori come Audero della Sampdoria, Musso dell'Atalanta e Strakosha, ex Lazio adesso in Inghilterra.

La Fiorentina di Palladino giocherà con la difesa a tre e questo implica un semplice ragionamento di mercato: servono almeno due difensori centrali. Milenkovic, Quarta e Ranieri saranno i perni della retroguardia viola, ma dopo? Ecco che Palladino dovrà valutare i vari Lucchesi e Comuzzo e capire se sono pronti o meno per la prima squadra. Altrimenti, serve un innesto importante. E per adesso, il nome più seguito è quello di Theate, ex Bologna di proprietà del Rennes. Sulle fasce, tutto ruota intorno a Kayode. Biraghi e Parisi dovrebbero essere sicuri della loro permanenza a Firenze, così come Dodò. Per il giovane talento viola invece, la Premier è pronta a fare pazzie con Tottenham e Aston Villa tra i club più interessati. Il club di Rocco Commisso chiede almeno 25 milioni di euro.

Mandragora e Bianco. Per adesso questo è il centrocampo della Fiorentina 2024-2025. Senza contare i vari Sabiri, Amrabat e Infantino, destinati alla cessione, serviranno molti innesti in questa zona del campo. Il primo nome trattato dalla Fiorentina è quello di Ster Vranckx del Wolfsburg, ma il club tedesco ha offerte dalla Premier League. La richiesta è di 10 milioni, mentre la Fiorentina, forte dell'accordo con il giocatore, ne offre 8. Sullo sfondo rimangono Marco Bresciani del Frosinone, gestito dallo stesso Beppe Riso agente di Sottil e Palladino. Prezzo? 15 milioni. Piace anche Tommaso Pobega in uscita dal Milan, Thorsvedt e Daniel Boloca del Sassuolo tra i tanti. Ma la sensazione è che ancora deve uscire il vero obiettivo di questa Fiorentina per il centrocampo.

Infine, l'attacco. E l'ambizione della Fiorentina passerà proprio da qui, dal centravanti. Che, salvo sorprese, sarà Moise Kean. L'ex PSG arriva dalla Juventus per 13 milioni più 5 di bonus e con ogni probabilità sarà lui il centravanti della prossima Fiorentina. Nei piani dei dirigenti viola dovrebbe arrivare un altro attaccante con la cessione di Nzola e il primo obiettivo sembrerebbe essere Lorenzo Lucca. Riscattato dall'Udinese a 9 milioni di euro, potrebbe partire per una cifra intorno ai 15 milioni di euro. Alla Fiorentina serve quindi un tesoretto da investire e la speranza è che possa arrivare non solo da Nzola ma anche da Ikoné, cercato da molti club esteri. Intanto, la Premier League rimane interessata a Nico Gonzalez. Quel 99% di cui parlava Pradè può essere messo in discussione soltanto con un'offerta da capogiro. Conferme importanti invece per Sottil e Lucas Beltrán, mentre Vincenzo Italiano sarebbe pronto a fare pazzie per Kouamé, fresco di rinnovo fino al 2025. Capitolo a parte quello che riguarda Nicolò Zaniolo. Continua il testa a testa con l'Atalanta. Il club di Gasperini offre di più, ma non l'obbligo di riscatto che tanto vuole il Galatasaray. Il club di Commisso è pronto invece a garantire un riscatto pari a 15 milioni, più altri 3 milioni per il prestito. L'ex Roma sembrerebbe davvero interessato all'offerta viola, dove ritroverebbe Kean e Firenze, la piazza che l'ha accolto da giovanissimo.

Condividi
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies