A Firenze un convegno sul contributo femminile

Sono 42mila le donne dell'agricoltura toscana, e rappresentano il 32% del settore, dato che sale al 38% all'interno dei titolari di impresa agricola associati a Cia Toscana: il dato è emerso in un convegno organizzato oggi a Firenze dall'associazione, evento dedicato al contributo delle donne nella valorizzazione del territorio, della biodiversità e della multifunzionalità dell'impresa.
    
"Le donne in agricoltura - ha detto Valentino Berni, presidente Cia Toscana - hanno capacità maggiori di affrontare alcune situazioni. La multifunzionalità è da sempre una delle nostre battaglie, e forse senza nulla togliere agli uomini, le donne l'hanno carpita meglio, sono molto più multifunzionali. L'attività agrituristica è un esempio, la capacità di offrire il nostro territorio in maniera diversa. La dinamicità di cui ha bisogno l'agricoltura spesso la ritroviamo grazie alle donne".

    
Per Lorenza Albanese, presidente di Donne in Campo Toscana, "le donne non percepiscono l'azienda solo come fonte di reddito, ma anche come stile di vita".

Secondo Pina Terenzi, presidente nazionale Donne in Campo Cia, "bisogna fare della condivisione l'elemento che ci contraddistingue, continuando a lavorare affinché si possa avere donne nei ruoli di rappresentanza e nuove idee e nuova linfa".
Condividi
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies