Cagliari sia una gioia e non un fastidio

L'avvicinamento alla partita sarà lo stesso. Pranzo, riposo, riunione tecnica, poi via verso lo stadio. Le sensazioni probabilmente no. Perchè l'ultima prima degli esami lascia sempre qualcosa di particolare. Nel calcio viola del momento l'esame è ovviamente Atene e se possibile vedere la festa dell'Atalanta ha ulteriormente fatto intendere cosa potrebbe accadere a Firenze in caso di vittoria.

Oggi però la gara non può essere considerata un fastidio, con i viola che hanno il secondo match point: se la Fiorentina vince il prossimo anno giocherà ancora in Europa. E' un fatto. Davanti più che una squadra un popolo, quello sardo, festoso e grato: pronto ad omaggiare nuovamente il proprio condottiero, quel Claudio Ranieri che in poco più di un anno ha regalato promozione prima e salvezza poi. Il Cagliari fa sapere che la gara è comunque importante per arrivare al tredicesimo posto (e magari guadagnare qualche euro in più visto che ogni posizione in classifica ha un tipo di ricompensa). Per questo dentro praticamente tutti i migliori cominciando udite udite da Yerry Mina. Formazione rebus per i viola con titolari e riserve che si alterneranno per tentare il doppio colpo. Vincere oggi e arrivare al top ad Atene. Sarebbe la degna conclusione del Ciclo Italiano.

Sponsor

Condividi
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies