'Il governo intervenga per far rispettare gli accordi firmati'

"Il comportamento illegale, e che andrebbe perseguito penalmente, è quello dell'azienda e del liquidatore". A dirlo è Michele De Palma, segretario nazionale della Fiom Cgil, a margine della camminata in solidarietà con i lavoratori della ex Gkn a Firenze oggi pomeriggio con partenza dall'Abbazia di San Miniato al Monte. De Palma ha replicato alle parole del liquidatore di Qf, Gianluca Franchi, che ha chiesto di "ripristinare la legalità"

"Chiediamo al governo di intervenire immediatamente per convocare l'azienda, oltre alla Regione e alle rappresentanze sindacali per raggiungere una soluzione, perché è inaccettabile quello che sta succedendo", aggiunge il segretario della Fiom ricordando come ci sia un progetto da parte dei lavoratori e "la possibilità di salvaguardare l'occupazione"

"Il punto - ha sottolineato De Palma - è che il governo nazionale si assuma la propria responsabilità, non è ancora stato convocato un tavolo al ministero dello Sviluppo economico nonostante l'accordo sia stato siglato in quella sede, con l'azienda e il liquidatore che non hanno ottemperato a quanto firmato"

Il numero uno della Fiom ha infine ribadito la necessità del commissariamento "per salvaguardare l'occupazione e il sito produttivo, evitando speculazioni". 
Condividi
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies