La ripresa dei rapporti tra il ds viola Pradè e il potente procuratore Beppe Riso

Lorenzo Lucca e il suo ritorno in testa alle preferenze della dirigenza della Fiorentina per completare il reparto offensivo dopo l’imminente arrivo di Moise Kean. Due giocatori classe 2000, due talenti in cerca di spazio, continuità, stimoli e un sistema di gioco che sia disegnato attorno a loro. Con Raffaele Palladino pronto ad accogliere entrambi a braccia aperte. Tra una settimana l’inizio del raduno al Viola Park, il centro sportivo di Bagno a Ripoli. In quell’occasione il nuovo allenatore viola potrà contare sul gruppo, al netto dei nazionali impegnati con le rispettive selezioni, con alcuni giovani provenienti dalla Primavera e i ritorni dai prestiti. 

Molto probabilmente ci sarà anche Kean, che dovrebbe svolgere le visite mediche tra giovedì e venerdì per poi firmare il suo contratto quinquennale da circa 2 milioni di euro a stagione. E chissà che non possa arrivare anche Lucca, ultima stagione all’Udinese dove ha messo a segno 9 gol in totale. 

Al di là delle sensazioni di mercato, al via ufficialmente da oggi e fino al prossimo 30 agosto, c’è un particolare che non può sfuggire in questa trattativa. E porta a Giuseppe (detto Beppe) Riso. Ovvero il procuratore di Lucca, lo stesso di Palladino ma anche di Riccardo Sottil che non a caso il tecnico viola ha già indicato come talento dal quale ripartire in maniera netta. Senza esitazione. 

Beppe Riso è un potente procuratore, uno dei più abili. Nella sua scuderia, tanto per citarne alcuni, ecco Tonali, Frattesi, Buongiorno, Valentin Carboni (altro obiettivo di mercato). Ma Riso fino a poche settimane fa non era in buoni rapporti con la Fiorentina e i contatti col direttore sportivo Daniele Pradè erano praticamente zero. Questioni di calciomercato, di affari, di chissà quali circostanze. Ma era un dato di fatto. 

Proprio Palladino ha risolto in buona parte questa situazione. Grazie anche all’intermediazione di Michelangelo Minieri, molto vicino ai viola. Poi i rapporti ricuciti con un incontro tra Pradè e Riso. E adesso le voci di mercato che portano a Lucca (ma non solo). Ancora da capire come andrà a finire l’operazione che porta all’attaccante ex Pisa. Ma di certo la ripresa di questi rapporti non può che essere positiva per la Fiorentina a caccia di idee, di occasioni ma anche di talenti dai quali ripartire. 

Sponsor

Condividi
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies