Candidato sindaco grillino ha dote del 3,35% del primo turno

"Al ballottaggio nella scelta tra centrosinistra e Destra non ci sono dubbi per il Movimento Cinque Stelle, il campo giusto non si può costruire che con i Democratici e al ballottaggio sosterremo convintamente la candidatura di Sara" Funaro, "non lasceremo la nostra Firenze in mano alla Destra. Col Pd abbiamo avuto e abbiamo posizioni e punti di vista diversi su alcune questioni, ma ci sono state e ci sono collaborazioni in altri contesti e situazioni che si sono dimostrate proficue per la collettività". Lo scrive oggi in una nota l'avvocato Lorenzo Masi, che al primo turno era il candidato sindaco del M5s, ottenendo il 3,35% (6.068 voti). M5s come partito ha avuto gli stessi voti ma come lista ha pesato qualcosa in più, il 3,53% (Rpt: 3,53%).

"Siamo pronti a confrontarci lealmente per il bene di Firenze e nell'interesse della Città metropolitana, in prospettiva delle Regionali del 2025, senza ovviamente rinunciare ai nostri temi - afferma ancora Masi -. Annunciamo quindi l'appoggio a Sara, senza tatticismi e baratti, e ci auguriamo che tutte le forze di centrosinistra che si sono confrontate al primo turno facciano altrettanto".

"Schmidt è il candidato delle forze di Destra che malgovernano il Paese e ad oggi non stanno portando avanti ciò che hanno promesso ed hanno messo la nostra città nel mirino - conclude -. La risposta democratica di Firenze sarà un segnale per tutta l'Italia".
Condividi
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies