Le indagini continuano per identificare il complice

I Carabinieri della Compagnia di Sarzana, insieme a quelli di Castelfiorentino, hanno arrestato un 44enne di origini lombarde residente nello spezzino per rapina aggravata in abitazione. Il crimine è avvenuto il 28 febbraio 2023 a Castelfiorentino, dove due uomini si sono finti tecnici Enel per entrare in casa di una vedova 90enne.

Dopo averla accecata con uno spray urticante e tenuto la bocca coperta, hanno aperto la cassaforte con una fiamma ossidrica, rompendo la protesi dentaria della vittima, e sono fuggiti con vari monili in oro. La vittima ha chiamato i Carabinieri, che hanno raccolto prove biologiche inviate ai laboratori di Roma. Grazie alle indagini, coordinate dalla Procura di Firenze, è stata emessa un’ordinanza di custodia cautelare per il 44enne, che è stato arrestato e portato al carcere di La Spezia. Le indagini continuano per identificare il complice.

Condividi
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies