Così il consigliere comunale si esprime dopo la sentenza del TAR

"Il problema della casa e dell'abitare è centrale e dalla sua risoluzione passa lo sviluppo di Firenze nei prossimi anni. La prospettiva è tra una città con un'anima o una disneyland a cielo aperto. Un tema così importante non lo si può risolvere a colpi di ricorsi o con atti contraddittori e tardivi. Serve la visione che solo la politica può dare alla città, perché nessuno mette in discussione la piccola proprietà e i suoi introiti ma è anche vero che questo modello, se non gestito diventa tutto turistico, ha mostrato di essere fragile, durante il Covid, e insostenibile dopo la pandemia. Firenze ha insegnato al mondo che l'uomo è al centro della città. Non ci può essere città senza cittadini e dunque senza anima".
Così Paolo Bambagioni, consigliere comunale della Lista civica Eike Schmidt sindaco, commenta la sentenza del Tar sulla norma sugli affitti brevi nell'area Unesco a Firenze.
Condividi
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies