“Da anni il centrosinistra fa a gara con le destre nel rivendicare le azioni di forza pubblica“

"Casa Gabriella ha una storia importante, che sembra non interessare a chi governa il Comune di Firenze e la Regione Toscana. In via Incontri la lotta per i diritti delle persone con disabilità e non autosufficienti ha vissuto momenti fondamentali.Dal mondo delle associazioni era stato presentato un progetto da sostenere, che desse continuità a quella storia. Ricordiamo di aver apprezzato la decisione di Medicina Democratica, ADINA e ATP, nel 2021, dopo una prima occupazione: meglio vedere gli spazi vissuti da chi ha bisogno di una casa, che tenerli vuoti, in attesa di vedere le istituzioni avvicinarsi alle esigenze delle persone in difficoltà", così Dmitrij Palagi, Sinistra Progetto Comune e Thomas Maerten, Sinistra Progetto Comune Quartiere 5.

Poi aggiungono: "INAIL, Regione Toscana, AUSL Toscana Centro e Comune di Firenze che intenzioni hanno? Comunque ancora non c'è una Giunta, ma si ricominciano a sgomberare le occupazioni. Immaginiamo sempre in nome della retorica della legalità. Quella legalità che permette alle grandi aziende di non pagare gli stipendi, alle grandi proprietà di tenere gli immobili vuoti, ma si mostra forte con le persone in difficoltà. Lo sappiamo che l'ordine pubblico non è di competenza del Comune. Il problema è che il sociale invece lo è. Seguire le destre sul piano repressivo e non agire in relazione con i movimenti, anche i più antagonisti, dimostra l'inadeguatezza di una cultura politica. In una Città sempre più privatizzata che ha visto negli ultimi anni scomparire decine di spazi sociali (occupati e non) il nostro impegno è per la difesa dei beni comuni e per metterli a disposizione della cittadinanza, in modo universalmente accessibile". 
Condividi
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies