Con l'elezione della prima Sindaca di Firenze, tramonta definitivamente la possibilità di un nuovo stadio

Fine della campagna elettorale e fine anche delle residue possibilità di dar seguito ai sogni di un nuovo stadio per la Fiorentina. Con la vittoria di Sara Funaro prima sindaca di Firenze (battuto nettamente l’avversario politico di centrodestra Eike Schmidt), tramontano anche le speranze di chi aveva captato nelle parole dell’ex direttore degli Uffizi il desiderio di poter salutare lo stadio Franchi e costruire così una nuova struttura secondo le indicazioni della Fiorentina. Ex novo. Alla faccia del restyling, del concorso di idee e di progetti, del piano già operativo e dei lavori che hanno già preso il via sia in Curva Fiesole che in Curva Ferrovia. 

Funaro, in continuità col suo predecessore Dario Nardella, non si muoverà di un millimetro rispetto a quanto stabilito. Avanti col restyling e dunque coi lavori che proprio in queste settimane estive avanzeranno in Curva Fiesole stravolgendo lo scenario fin dalla prossima stagione. 

Nei giorni scorsi, tramite nota ufficiale, la Fiorentina aveva reso noto che aveva inviato una richiesta formale tramite PEC al Comune di Firenze ed alla Questura di Firenze per chiedere un incontro urgente in merito ai posti disponibili allo Stadio Artemio Franchi per la prossima stagione sportiva. La Società - si leggeva in quella nota - ha la necessità impellente di conoscere quanti e quali saranno i posti realmente disponibili per poter programmare la prossima stagione ed, in particolare, la campagna abbonamenti che, a differenza della stragrande maggioranza delle squadre di Serie A, non è ancora potuta partire per via della mancanza di certezze sulle numeriche. Nel documento fornito dal Comune si parla di 24000 posti lordi, ma il Club si chiede come può essere considerato un posto lordo e, di conseguenza, quanti sono, invece, i posti netti e quindi realmente nella disponibilità del Club e dei tifosi”. 

Una convenzione firmata, mille polemiche. E uno scenario che non si è ancora risolto. L’incontro col Comune, e dunque con la nuova Sindaca Funaro, avverrà. Ma la sensazione è che al di là dei saluti di rito e anche di qualche sorriso, niente cambierà. Con una campagna abbonamenti, quella 2024/25, tutta da scrivere. Capienza ridotta, stadio ancora scoperto, settore ospiti da ricollocare e alcune incognite che accompagneranno anche i preparativi per il centenario del club del 2026. I tifosi attendono mentre sperano che almeno la campagna acquisti regali maggiori soddisfazioni. 

Sponsor

Condividi
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies