Aggiunge: "Non capisco toni trionfalistici, la sentenza non ha discusso il merito della delibera"

"Mi piacerebbe che le opposizioni in toni trionfalistici potessero fare proposte costruttive sul tema dell'emergenza abitativa. Questa è la prima cosa che dovrebbero fare visto che siamo amministratori politici, ma anche cittadini che vivono qua e l'abitare è in assoluto un tema prioritario". Lo ha dichiarato la sindaca di Firenze, Sara Funaro, a margine di un evento in città, a proposito della sentenza del Tar sulla delibera relativa al divieto di affitti brevi nell'area Unesco del centro di Firenze.

"Non vedo il motivo dei toni trionfalistici dal momento che la sentenza non ha discusso il merito della delibera ma ha parlato di questioni tecniche - ha aggiunto -. Per cui mi sembra che non ci siano le condizioni per i toni trionfalistici. Continuo a pensare che la cosa fondamentale è che ci siano delle norme a livello nazionale. Mi sono sentita con Nardella, che farà un lavoro a livello europeo". Sul rischio di ulteriori ricorsi "se ci saranno, li affronteremo come fatto finora".

Funaro ha risposto anche a chi ha chiesto, come la Cgil e Sunia Toscana, l'estensione della delibera oltre l'area Unesco: "Serve un quadro normativo, una regolamentazione che ti permetta di intervenire, il dialogo con i sindacati c'è sempre stato e continuerà ad esserci".
Condividi
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies