“Sopralluogo oggi in un cantiere di San Niccolò che doveva finire nel 2022, mentre si sta distruggendo un ecosistema complesso sotto Ponte Vespucci”

"Arno, lavori senza controllo politico e senza programmazione". Lo ha detto, in una nota, Dmitrij Palagi, candidato sindaco di Sinistra Progetto Comune (Possibile, Potere al Popolo, Rifondazione Comunista) e Firenze Ambientalista e Solidale.
     
"Mentre Ponte Vespucci continua a essere segnato da lavori senza fine, sotto è partita la distruzione di un ecosistema complesso di interesse naturalistico - ha continuato Palagi -. Abbiamo letto la denuncia di un cittadino che con competenza ha spiegato la gravità di un'azione che sta distruggendo un luogo di riproduzione del Polyphylla fullo, più conosciuto come il maggiolino dei pini, protetto dalla Legge regionale Toscana. Siamo passati dalla zona mentre venivamo via da un sopralluogo con gli operatori fluviali fiorentini lungo l'Arno, partendo dalla spiaggia di San Niccolò dove un cantiere reca come indicazione di fine lavori novembre 2022".

"Il nostro gruppo consiliare del Quartiere 1 (con Francesco Torrigiani e Giorgio Ridolfi) aveva fatto approvare un atto per tutelare la biodiversità lungo il fiume. Palazzo Vecchio latita. L'amministrazione uscente non governa, non programma e non ha visione. Ci aspettiamo un'immediata spiegazione da parte della giunta uscente", ha concluso Palagi.
Condividi
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies