“Italia, Italia” “Sindaca! Sindaca!” e Via Fratelli Rosselli si riempie di gioia e cori

No, non è Italia-Croazia. No, non siamo dentro uno stadio. Non si tratta nemmeno di una competizione sportiva. Ma nonostante ciò si sentono cori ed esultanze. Dal comitato elettorale di via Fratelli Rosselli è arrivata una vittoria che segna la storia di Firenze. Il capoluogo fiorentino avrà la sua prima sindaca donna: Sara Funaro. Dopo un'ora dalla fine dello spoglio, iniziato alle ore 15, Firenze ha accolto la notizia del successore di Dario Nardella.

La festa era già iniziata pochi minuti prima. Sezione dopo sezione, la squadra di Sara Funaro accoglieva i vari dati con applausi e boati. La vittoria era quindi nell'aria da tempo, ma appena Sara Funaro è uscita dal suo ufficio, le lacrime e la commozione hanno preso il sopravvento. Lacrime di gioia di chi ha accompagnato la candidata sindaca fino alla fine. Salti di gioia del sindaco Dario Nardella e applausi di tutti i volti politici presenti, da Emiliano Fossi a Eugenio Giani.

"Italia! Italia!" o "Sindaca! Sindaca!". Questi i cori che riempiono le stanze del comitato, ma non solo. Un gruppo di cittadini si è raccolto all'esterno del quartier generale intorno a Sara Funaro per abbracciare per la prima volta la neo sindaca di Firenze. Adesso, un passaggio al volo in Piazza Signoria e poi un meritato riposo dopo mesi estenuanti.

"Siamo agli Europei", hanno detto alcuni dei presenti mentre la folla inneggiava a Sara Funaro. E la metafora, in effetti, non è così errata. Bastava chiudere gli occhi per immedesimarsi nel clima che poteva benissimo essere quello di un vero e proprio stadio. Così, tra cori e applausi, Firenze accoglie la sua nuova sindaca.

Condividi
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies