“Gli investimenti pubblici sono fondamentali per costruire una Firenze più viva, inclusiva e accessibile”, dichiara Cecilia Del Re

"Gli investimenti pubblici sono fondamentali per costruire una Firenze più viva, inclusiva e accessibile. L'esperienza delle ex Murate è stato un grande successo e noi intendiamo riproporla in tutti i quartieri, a cominciare dal Quartiere 4 dove sorge l'ex sito industriale Campolmi andato a fuoco nel 1984 e da allora abbandonato". Lo dice la candidata a sindaco di FirenzeDemocratica Cecilia Del Re secondo cui "quella dell'ex Campolmi è una ferita che va sanata e noi vogliamo adattare lì il modello delle Murate".
    
"Il primo passo - propone Del Re in una nota - sarà quello di acquisire l'immobile che si trova tra via Canova e l'ingresso della
Fi-Pi-Li, dopodiché dovremo riempirlo di funzioni: una casa delle associazioni culturali, alla perenne ricerca di locali, un'area destinata al doposcuola dei bambini, ambienti per i più giovani e servizi e spazi destinati agli anziani. Il tutto nel quadro di un'offerta intergenerazionale".
    
"Nel Piano operativo comunale avevo già fatto inserire una quota, 200 metri quadri, riservata a pubblico perché la proposta di acquisirlo fu bocciata dal sindaco e poi anche dal Pd durante l'esame degli emendamenti al Poc presentati da
Firenze Democratica; ora è da qui che dobbiamo ripartire".
Condividi
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies