Su Giorgio Diddi c'è procedimento per bancarotta documentale

L'imprenditore Giorgio Diddi, candidato al consiglio comunale di Firenze per la lista Movimento Centro che nella coalizione di centrosinistra sostiene Sara Funaro (Pd) ha fatto un passo indietro ritirandosi dalla corsa elettorale. Motivo, riporta la notizia La Nazione, un procedimento penale pendente che lo vede coinvolto in un'accusa di bancarotta documentale che risale a fatti del 2012.
    
Tramite il suo legale Diddi ha fatto sapere di aver ritirato la sua candidatura "per evitare strumentalizzazioni e polemiche". Il processo è in corso al tribunale di
Prato.
     
Sara Funaro, ha ringraziato Diddi per il passo indietro, sottolineando "la sua presenza per le sue vicende giudiziarie non sarebbe stata opportuna e compatibile con la mia storia e i miei valori".

     
Diddi è il terzo candidato della lista Movimento Centro a ritirare la candidatura. Prima di lui avevano dovuto lasciare l'attore Andrea Buscemi e Luciano Casaredi. Anche su questi due si sono riverberati i riflessi di pregresse vicende giudiziarie.
Condividi
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies